SINTESI

Siti di interesse:

 

- Monte Etna zona A (riconoscimento Unesco 2013)

 

- Rifugi altomontani (Citelli, Timparossa, S.Maria, M.Spagnolo, M.Scavo, Poggio La Caccia, Galvarina)

 

- Grotta di Monte Nunziata( visita esterna)

  • ​La partenza è prevista alle ore 06.00 di sabato 22 Giugno, da Piano Vetore a quota 1741metri slm, antistante l’ingresso del sentiero natura monte Nero degli Zappini, e superata la stele dedicata a Giovanni Paolo II, si punta la direzione di marcia verso il rifugio Sapienza , attraversando le lave del 1983 e 2003, fino alla stazione della funivia dell’ Etna. Da qui si prosegue verso la cresta meridionale della valle del Bove, attraversando i monti Calcarazzi fino alla lapide Malerba, quindi sulla Schiena dell’Asino e poi lungo la Serra del Salifizio in salita fino a Monte Zoccolaro (cima). Si riscende fino alla base dello Zoccolaro, e si innesta il sentiero che immette a Cugno di Mezzo e sentiero della Scalazza, fino a raggiungere Piano dell’Acqua a Zafferana Etnea (quota minima dell’ itinerario a 758 metri slm). Da questo punto in poi si risale di quota attraverso il Sentiero della Regina (SdG), si raggiunge Piano Bello, e la base di monte Fontana. Poi si punta verso la cresta settentrionale della valle del Bove, attraversando i monti Cerasa, Scorsone e Rinatu , e attraversando le lave del 1971 si raggiunge il rifugio Citelli

  • L’indomani alle ore 07.00 si ci rimette in cammino verso i monti Sartorius, monte Conca, Piano Provenzana. Da qui si scollina l’eruzione del 2003 in direzione di monte Nero (la quota massima dell’ intero itinerario viene raggiunta alla base del monte Nero, poi si scende verso il monte Timparossa per raggiungere l’omonimo rifugio. Da qui si raggiunge il Piano delle Palombe e la pista altomontana che conduce al rifugio monte S. Maria , si attraversano le lave del 1981 (evitando il passaggio dal rifugio Saletti) e si raggiunge il rifugio di monte Spagnolo. Rimanendo sempre sulla pista altomontana si risale di quota verso Ovest, in direzione del rifugio di monte Scavo, poi il rifugio di Monte Palestra e quindi il rifugio Galvarina Da li si proseguein discesa verso monte Denza ed in prossimità del giardino botanico Nuova Gussonea si cambia direzione puntando verso Piano Vetore, quindi si supera il rifugio Santa Barbara e ci si immette nuovamente sul sentiero natura monte Nero degli Zappini, completando l’intero anello.

© 2015 by ComitatoEtneoSport.it -  Powered Rosario Catania - Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now
EIU2016_sfondo.jpg